La strada dell'albero cavo. I compromessi sposi

La strada dell'albero cavo. I compromessi sposi

La strada dell'albero cavo è un poderoso romanzo "manzoniano" in cui si narra la vita di una famiglia nell'Italia del Novecento, tra la campagna tortonese e il nuovo miracolo economico.

Un miracolo che porta una nuova morale, lontana dall'idea di un desiderio "puro" che alberga nel cuore del protagonista. Questa, infatti, è la storia di un amore impossibile, dentro la vicenda scespiriana di due "cascine" e relativi protagonisti afflitti da trascorse ostilità irrimediabilmente preclusive per successive attrazioni sorte fra nuove inconsapevoli generazioni. Dapprima siamo negli ultimi anni del fascismo, per poi ritrovarci nel lungo dopoguerra, tra la vita contadina e la nascita dell'industria, periodo molto favorevole alle intraprese economiche suscitanti attraenti aspettative di lavoro e di realizzazioni da rincorrere proficuamente. Una storia scritta in maniera classica, dove i sogni qualche volta rimangono tali, venendo sopraffatti da conflittuali poteri più forti, avverandosi in conseguenza solo in rarissimi casi.