La chiesa della solitudine

La chiesa della solitudine

Maria Concezione uscì dal piccolo ospedale del suo paese il sette dicembre, vigilia del suo onomastico. Aveva subita una grave operazione: le era stata asportata completamente la mammella sinistra, e, nel congedarla, il primario le aveva detto con olimpica e cristallina crudeltà: - Lei ha la fortuna di non essere più giovanissima: ha vent'otto anni mi pare: quindi il male tarderà a riprodursi: dieci, anche dodici anni. Ad ogni modo si abbia molto riguardo: non si strapazzi, non cerchi emozioni. Tranquillità, eh?...

MOTU PROPRIO. San Giovanni della Croce (Approfondimenti) Dal Concilio in poi la Chiesa – si dice – non parla più con durezza a questo mondo, non lancia più anatemi e scomuniche… Mi sembre molto poco opportuna questa. Poligamia, ripudio, sterilità, vedovanza femminili…: come il cristianesimo ha mutato la visione della donna, e la sua vita Una delle grandi novità storicamente. Poligamia, ripudio, sterilità, vedovanza femminili…: come il cristianesimo ha mutato la visione della donna, e la sua vita Una delle grandi novità storicamente. Gli Atti degli Apostoli ci offrono un bellissimo dialogo tra Pietro e Cornelio, il quale si rivolge a Pietro per entrare anch’egli nel cammino della fede. Ai Venerabili Fratelli Cardinali, Patriarchi, Arcivescovi. agnosticisme, ingl. La Bibbia in tre versioni (Cei 2008, Cei ‘74 e Traduzione interconfessionale in lingua corrente) per un loro confronto sinottico immediato. Siamo intorno al 360. Coordinate. Le idee Siamo diventati analfabeti della riflessione, ecco perché la solitudine ci spaventa Dovremmo cercarla, creandoci un nostro deserto tascabile. La chiesa della Madonna della Solitudine, in sardo: sa Solidae, è una piccola costruzione assai cara ai nuoresi che, sensibili alla devozione per la. per l'approvazione e la pubblicazione del Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica. 'Non chiedere altro che la croce, e precisamente senza consolazione, perché questo è, perfetto'. San Giovanni della Croce (Approfondimenti) Dal Concilio in poi la Chiesa – si dice – non parla più con durezza a questo mondo, non lancia più anatemi e scomuniche… Mi sembre molto poco opportuna questa. Il romanzo racconta la storia di due persone, entrambe torinesi, Alice Della Rocca e Mattia Balossino, le cui vite vengono gravemente segnate da vicende.